24 marzo 2011

il martire della Chiesa dell'irrilevanza

La Bibbia immancabilmente sotto il braccio, in ogni circostanza.
Proprio quella Bibbia, trapassata dalla pallottola che lo ha ucciso. Con queste due immagini ricordo don Andrea Santoro.

Il 5 febbraio 2011 è stato il quinto anniversario della sua morte, avvenuta in circostanze ancora da chiarire - nonostante la versione ufficiale - a Trabzon in Turchia all'interno della Chiesa di S. Maria che gli era stata affidata

Oggi 24 marzo - giorno dell’assassino di monsignor Oscar Arnulfo Romero, in Salvador, nel 1980 - la Chiesa Italiana celebra la giornata di preghiera e digiuno facendo memoria dei missionari martiri.

I tempi sono ampiamente maturi per avviare una riflessione su cosa significhi concretamente raccogliere l'eredità di don Andrea, che per me, per usare una parola che risulti chiara, è un simbolo di quel cristianesimo tacciato spesso di "irrilevanza", da molte voci anche autorevoli della Chiesa italiana.

Il mio post integrale lo potete leggere su Vinonuovo.it

4 commenti:

Alessandro Iapino ha detto...

grazie simone, bellissima testimonianza. "La fede è partenza". Ciao don Andrea!

Anonimo ha detto...

L'irrilevanza è la stessa della Croce. La rivedo in un prete che ho avuto la grazia di conoscere personalmente, don Pino Puglisi. L'irrilevante per eccellenza; rilevantissimo per la mafia, che sa ben giudicare da dove provengono per essa i veri pericoli: dalla crescita culturale, morale e spirituale che questo prete promioveva nella sua parrocchia. Fu ucciso nel suo quartiere di Brancaccio, a Palermo, mentre sorrideva al suo killer e diceva "Me l'aspettavo". Killer che, turbato dalla sua serenità, sta percorrendo la strada della conversione, frutto del martirio cristiano di don Pino.
Grazie per averci richiamato questa testimonianza, cui ho accostato quest'altra: queste sì, ci fanno sperare nel futuro della Chiesa e dell'umanità.
torietoreri
www.torietoreri.splinder.com

il moralista ha detto...

Grazie a te Tori... sia perché hai portato il tuo ricordo di don Pino... sia perché hai colto bene il senso di un titolo che ho deciso di usare con grande fatica...

il moralista ha detto...

un bella testimonianza di "irrilevanti", dal blog di Luigi Accattoli:
http://www.luigiaccattoli.it/blog/?page_id=3254

la famiglia Ugolini, vive in uno sperduto villaggio nell'est della Turchia al confine con l'Iran. "zero conversioni". Chiaramente, dei falliti...