03 marzo 2008

la furba illusione

Mi corre l'obbligo di ri-postare la seguente favola moralista pubblicata dal buon Ticchettocche. Merita una voce nella mia enciclopedia della materia.

Deve essere una favoletta italica. O tutto il mondo è Belpaese?

ps. domanda moralista: ma se anche uno solo avesse fatto il suo dovere versando nella botte una bottiglia di vino, avrebbe cambiato il sapore di tutto il contenuto?

(foto di kk+ - Flickr)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella questa favola! Il mondo è pieno di furbi che si sentono "unici", ma questo tipo di furbizia non paga perchè alla fine il danno causato ricade anche su di sè.
Un caro saluto
Mirella

il moralista ha detto...

... allora, Mirella: innanzi tutto complimenti e auguri per il libro.

Ma sopratutto, dai, rispondimi alla "domanda moralista": se anche uno solo avesse versato una bottiglia di vino nella botte piena d'acqua "dei furbi", sarebbe riuscito almeno a cambiare il gusto della bevanda?

Luca ha detto...

Simone, leggo or ora il tuo ultimo commento sul blog di Luigi. Ma allora hai conosciuto Enrico e Desi. Sono molto felice (e quasi con le lacrime agli occhi, ma oggi sono molto sensibile, sarà la giornata ventosa) per aver scoperto che abbiamo in comune una così preziosa conoscenza.

il moralista ha detto...

Caro Luca, ti ho risposto in privato.
Se riesco, cerco qualcosa sul web per far conoscere Enrico a chi legge...

Anonimo ha detto...

A richiesta, rispondo alla domanda moralista: sì, penso che anche una sola bottiglia d vino avrebbe cambiato almeno un po' il sapore del contenuto e probabilmente tutti gli altri, pensando che c'era stato uno meno furbo e più onesto, si sarebbero sentiti un po' in colpa.......Mi piace pensarla così!!
Grazie per gli auguri, servono!
Mirella