20 febbraio 2008

un'opera divina

Cosa succede a casa Sereni dopo la nascita di Miriam? (e tutti in coro: "Ma chi se ne...")

"Miriam si comporta regolarmente e questo aiuta la mamma a riposare qualche ora ogni tanto… in compenso Teresa continua a cantare l’Opera la notte ed è molto gelosa del padre che appena torna la porta appresso “modello-koala” . Ma è molto affettuosa con Miriam… Pietro idem, in più è apprensivo e agitato come una nonna e pretende presto un fratello maschio… Mia moglie, santa donna, adesso ha a che fare con i genitori che in linea teorica - ma solo in linea teorica - sarebbero venuti ad aiutare… In generale, se ci fanno la grazia di prenderci Teresa all’asilo e non impazzisco e perdo il lavoro, forse ‘ja famo… La Provvidenza ci ha sempre dato dei bei calci nel sedere…".

Così scrivevo ieri in giro nel web a chi mi chiedeva lumi sulla nuova formazione familiare. E che ti succede? Un genio del commento sui blog (Sumpontcura), riporta tutto ciò... in un concerto d'opera (di cui confesso di essere quasi totalmente analfabeta).

Leggete qua:

In casa del moralista si canta l’Opera, la notte. Ecco il programma completo del concerto, che ha inizio - per la gioia dei vicini di casa - all’arrivo delle ore piccole:

1. Il moralista: “Notte e giorno faticar” (da “Don Giovanni”, di Mozart)

2. Miriam: “Non piango e non sospiro” (da “Euridice”, di Peri)

3. Pietro: “Ah, qu’elle est belle!” (da Robert le diable, di Meyerbeer)

4. Teresa: “O mio babbino caro” (da “Gianni Schicchi”, di Puccini)

5. Pietro: “Chi mi toglie il regio scettro?” (da “Nabucco”, di Verdi)

6. Teresa: “Oh muto asil del pianto” (da “Guglielmo Tell”, di Rossini)

7. Il moralista: “Non so più cosa son, cosa faccio” (da “Le nozze di Figaro”, di Mozart)

8. (Quando finalmente tutti dormono) Luisa: “Or son sola, alfin respiro” (da “Fra Diavolo”, di Auber).

9. I genitori di Luisa si alternano con due arie: “Teco io sto”, da “Un ballo in maschera”, di Verdi - “Vado, vado, volo, volo”, da “Il mondo della luna”, di Haydn.

APPLAUSI A SUMP (soprattutto per il punto 9...). E grazie!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Come mamma di 2 figli, benchè ormai grandi, hai tutta la mia comprensione. Leggendo le parole delle opere che cantate di notte, mi è sembrato di ricordarle; ma forse noi non eravamo così bravi a cantare!
L'importante è non perdere mai un po' di umorismo anche nelle situazioni più caotiche....e come si dice dalle mie parti, e forse anche dalle tue: gente allegra, Dio l'aiuta!
Mirella

holdenC ha detto...

very impressing. complimenti al genio operistico

Anonimo ha detto...

Il precedente commento è di mia moglie, che oltre ad essere mamma di due figli, scrive racconti. Il mio ultimo post, che ti invito a leggere, riguarda proprio questo. Aspetto una tua visita,ciao!
torietoreri

il moralista ha detto...

la "famiglia Tori e Toreri" è tutta benevenuta da queste parti! Appena posso, passo da te.