05 marzo 2008

il tuo parroco multitasking

C'è una ditta veneta che si occupa di arredi e restauri delle chiese.

Nel suo catalogo promuove un modello di confessionale simile a quello a fianco.

Vi segnalo in specie la "grata fonoigienica" (... immagino con filtri per l'alito), e il "Tavolo per il dialogo" (semmai ci fosse qualche dubbio sull'uso).

Ma, soprattutto, il modello "Cremona", in aggiunta, è dotato internamente di VIDEOCONTROLLO della Chiesa....

Per don James Kirk, il parroco del XXI secolo.
Multitasking, h24, sempre on-line, very busy, very cool.
Spaziale.

14 commenti:

Alessandro Iapino ha detto...

ma se metto il pavimento antiscivolo, a che cacchio mi serve la sedia con le rotelle?

il moralista ha detto...

beh, la sedia a rotelle è uno status symbol... pure i preti ne hanno diritto.

Anonimo ha detto...

il pannello di controllo serve ad attivare l'inceneritore per peccatori impenitenti?

Simone, vi facciamo mille auguri per Miriam, per i suoi fratelli, e per il pa' e la ma'.

ringraziando il Cielo, anche il nostro Giovanni ci tratta sufficientemente bene!

Paolo

il moralista ha detto...

caro Paolo, ben ritrovato qui... un abbraccio a Laura.

Anonimo ha detto...

Ma il povero peccatore dove sta? Sempre in ginocchio, o è prevista qualce comodità anche per lui? Ma gari un inginocchiatoio imbottito con piume d'oca?
Mirella

il moralista ha detto...

... il povero peccatore non è oggetto d'interesse.

Anonimo ha detto...

Non credo purtroppo che questo "modello" faciliti le confessioni... se è vero che la coscienza del peccato è in ribasso (al contrario dei sensi di colpa), credo che questa cabina sia destinata a rimanere vuota!
Sarà meglio che i preti, più che compratori di novità, siano "venditori" di vecchi valori!
torietoreri

Alessandro Iapino ha detto...

per ovviare al problema 'crisi delle confessioni', l'ottima azienda propone un'azione di direct marketing indirizzata a una lista di peccatori incalliti e impenitenti residenti nel territorio della parrocchia.

marcello ha detto...

Sei il solito snob. Trovo questo "aggeggio" davvero straordinario. Finalmente ho voglia di confessarmi; sarà la "luce diffusa"... una metafora della Grazia Divina.

holdenC ha detto...

fiiiiiiigo. incrementerà le vocazioni

marcello ha detto...

C'è poco da fare gli snob, lo ripeto. Favorire il sacramento della penitenza con gli ultimi ritrovati tecnologici è un'antichissima quanto degnissima pratica della Chiesa Cattolica. Pensate a Torquemada.

il moralista ha detto...

... dici Torquemada e mi viene in mente la scena de "Il nome della rosa" (il film) in cui si vede cosa resta del povero fra "penitenziagite" Salvatore dopo la confessione dei suoi peccati.

Liberatorio!

Anonimo ha detto...

Penitenziagimus.

All'inventore dell'infernale... pardon, purgatoriale aggeggio dieci pateravegloria. E dodici tratti di corda!

LucaGras

triana ha detto...

mamma mia com'è complicato lasciarti un commento!:-))
Comunque il modello di confessionale è favoloso, soprattutto per il filtro antialito! Ho visto un bel servizio in TV anche sulle novità più interessanti nel design di bare,loculi, urne funerarie, tutte per vippe, naturalmente:-))